Capaci, l’attentatone

23 maggio 2006
Lo chiamavano l’attentatone. Quello a Falcone non era un attentato qualsiasi, la mafia lo sapeva bene. Quella sera tutta Italia si chiese istintivamente: la mafia ha vinto? Adesso sappiamo che invece la mafia fece un grande errore di presunzione: proprio da Capaci e’ cominciata la rivolta degli italiani onesti, la strage e’ servita finalmente ad aprire gli occhi, soprattutto le bocche. E le coscienze.
Era un sabato. Quattordici anni fa. Finalmente Falcone tornava a casa, dopo aver rinviato piu’ volte il viaggio per gli impegni al Ministero. Certo non sapeva che c’era chi l’aspettava da cinque giorni sulla collinetta di Capaci. Soprattutto non sapeva che nel tunnel di Scolo erano stati piazzati chili di esplosivo. Adesso sappiamo che sulla collinetta che domina l’autostrada c’era Gioe’ accanito fumatore e che il telecomando era in mano a Brusca. Il “Falcon” con a bordo Falcone e la moglie atterra a Punta Raisi alle 17,51. Gioacchino La Barbera, altro uomo d’onore, chiama Brusca da un cellulare: la telefonata dura esattamente 325 secondi. Sette minuti dopo, alle 17,58, le tre auto su cui viaggiavano il giudice e la scorta arrivano nel punto minato. Brusca preme il telecomando. E’ la strage. L’auto che apre il corteo e’ scagliata a ottanta metri dall’autostrada: i tre agenti a bordo muoiono sul colpo. Sulla seconda auto ci sono Falcone, al volante, la moglie Francesca Morvillo accanto e l’agente Salvatore Costanza dietro. Falcone e la moglie moriranno in ospedale, Costanza si salva, come gli altri uomini della scorta nella terza auto. Brusca e Gioe’ si allontanano. Sono le 18,40. Brusca telefona a La Barbera. Appena 25 secondi: il tempo di dire “operazione compiuta”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...