Mosca, vent’anni dopo

Mosca, novembre 2010. Vent’anni dopo la fine dell’Unione Sovietica, cos’è rimasto dell’impero? Mosca oggi è una megalopoli praticamente occidentale. Milioni di persone affollano la metropolitana: ogni stazione ricorda le tappe del comunismo. La grande capacità dei russi di non distruggere la storia. Lenin (in un improbabile incontro con Stalin) è ormai attrazione dei turisti, a ricordare che una volta qui c’era il comunismo. Usciamo alla stazione di piazza Rossa. Ma in piazza Rossa ora proprio davanti al mausoleo di Lenin ci sono le modelle e gli storici magazzini Gum destinati una volta al popolo, dove anche piccole cose costavano molto. ora ospitano le griffe più importanti del mondo e sono quasi irraggiungibili anche per i ricchi.  Questo era il centro dell’impero. Accanto a piazza Rossa c’è piazza del Maneggio. Il selciato che ha ospitato per decenni tutti i fermenti, dove gli ultimi comunisti hanno cercato di difendere la rivoluzione, c’è il più grande centro commerciale della Russia, cinque piani sotto.  Tutto intorno i fast food, una volta simbolo odiato del capitalismo, e ora meta privilegiata, quasi assoluta dei giovani moscoviti.  Ma la svolta vera è nelle bevande. La vodka sta per essere superata dal vino ed è un salto clamoroso, soprattutto culturale, perché significa gusti più raffinati.  Dall’altra parte della piazza Rossa c’è  sempre il palazzo più temuto di Mosca, la Lubianka, anzi si sta ingrandendo. La gente non abbassa più la testa passandoci vicino, ma i destini per gli oppositori non sono molto diversi. Il mese scorso due giornalisti sono stati pestati a sangue e una sessantina sono stati uccisi o spariti. Prima di lasciare Mosca, andiamo nella “via dei boschi” dove abitava Anna Politkskaya. C’è un cartello fuori il portone che ricorda una cronista coraggiosa. E’ stata uccisa davanti all’ascensore. Voleva cambiare realmente il suo Paese. Non c’è riuscita.

2 pensieri su “Mosca, vent’anni dopo

  1. Pingback: Il ritorno del baffone « InQuestoMondoDiSquali

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...